La Formula E, questa sconosciuta

Sport
Tipografia

Nasce da un’idea della FIA, sport dedicato esclusivamente agli autoveicoli aventi motori elettrici.

Stiamo parlando della Formula E, che sta avendo un risalto in quanto per la prima volta sbarca in Italia e precisamente si correrà a Roma. Nata nel 2012, il primo campionato ha avuto battesimo il 13 settembre 2014. Inizialmente si basava su autovetture identiche, fornite da un unico costruttore, poi con l’aumentare della popolarità si sono aggiunti altri costruttori. Attualmente il campionato viene chiamato ABB FIA Formula E Championship, grazie ad un accordo con una azienda svizzera.

Non ci sono squadre più forti o deboli, in quanto tutte le parti sostanziali delle monoposto sono uguali quindi tutti montano lo stesso equipaggiamento, il telaio è fornito dalla Dallara, mentre i motori elettrici, la parte elettronica ed il cambio sono forniti dalla McLaren Electronic Systems. La Williams fornisce le batterie a litio e la Renault gestirà la parte tecnica. Quindi come si nota, a parte la Ferrari, tutti i maggior teams di F1 si prodigano per far sviluppare le monoposto elettriche.

Tra i piloti ci sono anche ex piloti di F1 come: L. Di Grassi, O. Buoemi, N. Heidfeld, J. E. Vergne, ma anche figli d’arte come N. Piquet Jr. e N. Prost.
Il campionato si compone di 10 team, ognuno con due piloti, che hanno a disposizione quattro vetture per scuderia. Di solito, come per la F1, il sabato mattina ci sono le prove libere seguite subito dopo dalle qualificazioni, i piloti sono divisi a gruppi da 5 ed hanno 6 minuti per far segnare il miglior tempo.

I Piloti Piquet Jr E Prost Jr

Foto: da sinistra Nelson Piquet Jr e a destra Nicolas Prost 

Dopo questa fase i primi 5 classificati si contenderanno la super pole che si svolge con un giro a testa e determinerà la griglia di partenza finale. La gara vera è propria si svolge nel tardo pomeriggio dopo qualche ora dalla fine delle qualifiche, prevede un pit-stop obbligatorio per ripartire con una seconda vettura, avente una batteria carica. La durata delle gare è fissata attorno ai 45 minuti. 

Il regolamento prevede che chi finisce la gara tra i primi 10 riceva l'assegnazione di 3 pt. a chi si aggiudica la pole position va 1 pt. a chi fa il miglior giro. Per la determinazione del punteggio da attribuire si utilizza lo stesso criterio della classe maggiore della F1. Le gare di Formula E si svolgono prevalentemente su circuiti urbani, dove la lunghezza massima si aggira intorno ai 2,5/3 km  

Nell'attuale stagione, composta da 12 gare, sono state inserite due nuove città quella di Roma con il circuito cittadino del quartiere Eur, da svolgersi il giorno 14 aprile, e quello di Zurigo dove riporta le corse in Svizzera dopo 64 anni. È stata annullata, invece, la partecipazione del Canada in quanto la città ospitante di Montreal non intende più finanziare le gare dell'E-Prix locale.

Valter D'Angelillo


INFO:

Circuiti formula EPiloti partecipanti

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×