Cure alternative dal Giappone, il Jin Shin Jyutsu

Benessere
Tipografia

Una pratica orientale che si sta diffondendo anche nel mondo occidentale, suscitando una curiosità crescente.

La medicina tradizionale giapponese, così come tutte quelle provenienti dall'Oriente, si sta diffondendo ormai in tutto il mondo e sempre più persone sono curiose di provare i suoi effetti che porterebbero benefici a disturbi di varia natura senza però tanti effetti collaterali. 

Jin Shin Jyutsu vuol dire letteralmente “Arte del Creatore attraverso l’uomo” ed è una tecnica scoperta agli inizi del ‘900 dal maestro Jiro Murai che iniziò così a metterla in pratica per cercare di trovare un equilibrio tra anima e corpo con il solo massaggio delle dita delle mani. Alla base di questa tecnica c’è la convinzione che nel nostro corpo scorre l’energia vitale che circola a vari livelli non senza qualche difficoltà ma quando si raggiunge l’armonia questa può fluire completamente libera e non trova ostacoli sul suo percorso.

Secondo il Jin Shin Jyutsu esistono all'interno del nostro corpo tre canali energetici, uno centrale caratterizzato da un percorso ovale che scende dal viso, attraversa varie parti dell’organismo per poi risalire su attraverso la colonna vertebrale e gli altri due canali fungono da supervisori e sono situati nella parte interna del ginocchio. In aggiunta esistono una serie di flussi diagonali che armonizzano tra loro questi due canali "periferici" per portare ordine nel sistema di energia con l’intento finale di portare armonia tra la parte fisica e quella emotiva per arrivare a una riappacificazione con noi stessi. 

Schema Colori Dita Nel Jin Shin Jyutsu

Immagine: schema dei colori e delle problematiche di salute

Il Jin Shin Jyutsu vuole canalizzare le energie che passano attraverso il corpo e si basa sul principio che a ogni punto della mano corrisponde un organo del corpo e che quindi c’è una stretta correlazione tra le due cose e di conseguenza con le nostre emozioni. Si tratta di una tecnica che può essere praticata anche per conto proprio, anche se con un esperto si avranno maggiori benefici; a ciascun dito come abbiamo detto, corrisponde un organo e è necessario massaggiare quello che rappresenta l’organo che vi procura fastidio. 

Mentre eseguite questo lavoro, dovete focalizzare l’obbiettivo da raggiungere e concentrarvi sullo scopo finale; bastano 15 minuti al giorno per ottenere già qualche beneficio, ancora più evidente se riuscirete a farlo almeno tutti i giorni, non implicando una gran perdita di tempo. È chiaro che questa tecnica come tutte quelle alternative non può aiutare a curare determinate malattie per le quali è necessaria la medicina e le cure tradizionali però alcuni disturbi possono essere alleviati grazie a queste metodiche che donano equilibrio e serenità tra corpo e mente.

Insomma è una terapi che non solo può rivelarsi efficace a livello fisico ma che soprattutto vi aiuterà a trovare concentrazione, calma interiore ed armonia psico- fisica quindi potrete trarne benefici a 360° e al tempo stesso iniziare a conoscere e sperimentare nuove tecniche alternative, senza effetti collaterali ma comunque canalizzatrici di benessere.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×