A Grizzana Morandi riaperta una strada comunale

Dal territorio
Tipografia

Riattivata alla viabilità, dopo 5 anni di lavori, la strada Chiosi - Ponte Limentra importantissima per questa zona.

Ieri, domenica 1° luglio, è stata inaugurata questa via comunale che sarà di nuovo accessibile a tutti, un’arteria importante perché collega i comuni di Campolo e Vimignano e quindi comprende al suo interno posti come il Borgo la Scola, il fondovalle del Reno, il Santuario di Montovolo e tante altre località turistiche di rilievo.

La sua chiusura a causa di una frana, aveva provocato non pochi disagi anche perché i collegamenti alternativi non si erano rivelati sufficienti a garantire un adeguato utilizzo della carreggiata, tuttavia il suo rifacimento era necessario, non poteva essere rimandato e con non pochi sacrifici il Comune di Grizzana ha cercato di risolvere la situazione per conto proprio.

Proprio per questo la festa di domenica non è una semplice riapertura ma è soprattutto la dimostrazione della forza e dell’impegno che ci ha messo il Comune per cercare di completare questo lavoro; i fondi a disposizione erano pochi ma la tenacia ha portato a questo importante traguardo.

Dopo che la strada era stata chiusa nel marzo del 2013 tutta quella zona era stata sottoposta a una serie di controlli da parte della Città metropolitana, della Regione Emilia-Romagna e del Dipartimento della Protezione Civile di Roma e, nonostante le numerose segnalazioni che erano state fatte, non è stato mai assegnato nessun finanziamento volto a risolvere il problema.

Frana

Foto: dettaglio di una frana 

L’amministrazione comunale allora si è trovata da sola a cercare una soluzione, ha finanziato il progetto con le sue sole risorse che è riuscita a trovare vendendo delle azioni Hera e facendo una serie di mutui, una scelta che ha comportato qualche rischio ma che alla fine si è rivelata risolutiva. 

Quest’opera è costata ben 559.000,00 euro, senza dimenticare gli oneri fiscali, le spese progettuali e le tante indagini geotecniche che sono state fatte perché assolutamente necessarie per capire l’entità del dissesto.

Naturalmente il ripristino della strada ha comportato qualche modifica al tracciato originario e quindi alla viabilità; adesso alcuni punti in corrispondenza di tornanti danneggiati a causa delle frane, non sono più percorribili ma questo non ha impedito comunque di avere una via più sicura.

La riapertura della carreggiata è soprattutto una dimostrazione di come un piccolo Comune come Grizzana Morandi, sia riuscito a permettere i lavori per sistemare questa strada importante per garantire i collegamenti di quel territorio; anche se i sopralluoghi sono stati numerosi e i danni erano ben evidenti, nessuno si è mosso e l’amministrazione comunale ha dovuto fare tutto da sola e nonostante questo ha portato a termine la sua missione e adesso il tragitto è finalmente percorribile in tutta sicurezza.

Valentina Trebbi

Condividi

FacebookTwitter
BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS
×
Iscrizione alla newsletter
Iscriviti tramite il nostro servizio di abbonamento gratuito di posta elettronica per ricevere le notifiche quando sono disponibili nuovi articoli.
×